Regolamento UTLAC 2020
Edizione I°

UTLAC 40” è una gara di trail running in ambiente alpino e in semi-autonomia ed è organizzata dalla Larius ssdrls, con il patrocinio del comune di Lecco e in collaborazione con istituzioni locali, sponsor e partner.
I concorrenti, i volontari, l’organizzazione e i suoi partner condividono gli stessi principi e gli stessi valori:

EQUITÀ
Le regole sono state pensate per tutti e verranno applicate indistintamente.

RISPETTO PER LE PERSONE
Rispetto di sé stessi e degli altri
Rispetto dei volontari
Rispetto della popolazione locale
Rispetto dell’organizzazione e dei suoi partner

RISPETTO DELLA NATURA
Rispetto dell’ambiente
Rispetto della fauna e della flora
UTLAC 40 aderisce alla campagna: “Io non getto i miei rifiuti”, promossa da Spirito Trail e rivolta a tutti i trailer, atleti e organizzatori, per tutelare l’ambiente.

CONDIVISIONE E SOLIDARIETÀ
Prestare aiuto a tutte le persone che si trovano in difficoltà.

Larius ssdrls, con sede legale in Lecco, viale Turati 123, organizza una manifestazione di Trail Running il giorno 3 ottobre 2020, chiamata “UTLAC 40”, una corsa in montagna in semi-autosufficienza con percorso in ambiente alpino.
La manifestazione è realizzata con il patrocinio del Comune di Lecco e in collaborazione con altre associazioni presenti sul territorio.

“UTLAC 40” è una corsa a piedi in semi-autosufficienza lungo i sentieri e rifugi del Gruppo delle Grigne, con partenza il 3.10.2020 alle ore 8:30 da Piazza Cappuccini in Lecco e arrivo a Esino Lario, toccando la vetta della Grigna Settentrionale quale punto più alto del percorso a 2.410 m di quota. Il percorso è di circa 40 km e 3600 metri di dislivello positivo e il tempo massimo è fissato in 8 ore e 30 minuti (arrivo entro le 17:00).

La gara, per la maggioranza del suo percorso, si svolge su sentieri di montagna classificati EE, che presentano tratti impegnativi in salita e in discesa, tratti attrezzati con scale, corde fisse e/o catene, possibile attraversamento di tratti innevati, cenge e creste esposte, pietraie e ripidi tratti erbosi.

Per partecipare alla corsa è pertanto necessaria esperienza di montagna, assenza di vertigini, ottimo allenamento, prudenza, abbigliamento adeguato ad una temperatura che può andare da -5 a +30 gradi, ottima preparazione fisica e mentale, coscienza della lunghezza del percorso e delle sue peculiarità, abitudine a percorrere sentieri di montagna. L’atleta che si iscrive prende atto delle peculiarità tecniche, fisiche e morfologiche del percorso ed è passibile di squalifica immediata da parte del personale del Soccorso Alpino e medico che ne certifica sul campo l’eventuale impreparazione.

“UTLAC 40” è aperta a tutti, uomini e donne, che abbiano compiuto 18 anni al momento dell’iscrizione, tesserati o no, con obbligo di certificato medico per l’attività sportiva agonistica in corso di validità il giorno della gara.
Per partecipare è indispensabile:
il possesso di certificato medico sportivo per l’attività agonistica (D.M. 18.02.1982 tab. B) in corso di validità alla data di svolgimento della corsa. Non è ammessa autocertificazione (art.5 del C.C. “Atti di disposizione del proprio corpo”) né dichiarazione di sana e robusta costituzione fisica rilasciata dal proprio medico curante;
essere assolutamente coscienti della lunghezza e della specificità della gara ed essere perfettamente preparati;
aver acquisito, prima della corsa, una reale capacità d’autonomia personale in montagna (NB: la partecipazione ad altre corse è utile per acquisire questa esperienza, ma non è necessariamente sufficiente per potere gestire al meglio i problemi legati a questo tipo di prova);
saper affrontare, da soli e senza aiuto, condizioni climatiche che potrebbero diventare difficili a causa dell’altitudine (vento, freddo, nebbia, pioggia o neve);
essere in grado di gestire, anche se si è isolati, i problemi fisici o psicologici dovuti a una grande stanchezza, i problemi gastrointestinali, i dolori muscolari o articolari, le piccole ferite;
essere coscienti che il ruolo dell’Organizzazione non è aiutare un concorrente a gestire questi problemi e, per la corsa in montagna, la sicurezza dipende dalla capacità del singolo di adattarsi ai problemi riscontrati o prevedibili.
L’atleta si assume in toto la responsabilità di eventuali danni provocati a sé stesso e agli altri.

a) Requisiti di iscrizione
Possono essere iscritti solo gli atleti maggiorenni in possesso di certificato medico sportivo per l’attività agonistica (vedi art. 4), valido almeno fino al giorno 3 ottobre 2020 compreso (data di svolgimento della corsa). Non saranno accettati e iscritti atleti che si dovesse accertare - o venisse accertato - che stanno scontando squalifiche per uso di sostanze dopanti.

b) Modalità di iscrizione
Gli atleti dovranno iscriversi compilando in ogni sua parte i dati obbligatori contenuti nel form d’iscrizione a questo link  accettando integralmente in ogni sua parte il presente regolamento, entro e non oltre il 30 settembre 2020 e caricando nell’apposito spazio il certificato medico di cui al successivo art.6.
Gli atleti iscritti che avranno effettuato il pagamento e che avranno inviato il certificato medico nei termini indicati al successivo art.6, riceveranno una e-mail di conferma di iscrizione della loro partecipazione.

c) Quote di iscrizione
La quota di iscrizione è di 45,00 euro a partecipante e comprende:
- possibilità di usufruire di un’area dedicata al cambio degli atleti alla partenza (presso l’Oratorio dei Frati Cappuccini)
- Pettorale di gara
- Servizio cronometrico
- Pacco gara con gadget tecnici e buoni sconto
- Trasporto sacche da Lecco (Partenza) a Esino Lario (Arrivo)
- Ristoro finale

d) Numero massimo iscritti
Alla “UTLAC 40” sono ammessi un massimo di 250 atleti di entrambi i sessi

e) Modalità di pagamento
La quota di iscrizione dovrà essere pagata tramite carta di credito secondo le modalità indicate durante la procedura di iscrizione.

f) Rinuncia alla partecipazione e rimborsi quota di partecipazione
Per “UTLAC 40” non è previsto alcun obbligo di rimborso della quota di partecipazione a carico dell’Organizzazione e a favore dei partecipanti in caso di impossibilità o rinuncia dell’atleta iscritto e confermato a partecipare alla gara; né sussisterà tale obbligo di rimborso a carico dell’Organizzazione e a favore dei partecipanti iscritti in qualsiasi altro caso di annullamento della gara sia per cause di forza maggiore, sia in caso di interruzione o annullamento della gara per motivi atmosferici, o per qualsiasi altra ragione indipendente dall’Organizzazione, rinunciando espressamente con l’accettazione del regolamento l’atleta/partecipante a tale rimborso e ad ogni azione al riguardo.

g) Altri rimborsi
In osservanza dei decreti governativi, l’organizzazione assicura il rimborso totale della quota d’iscrizione (al netto delle ev. spese bancarie) in caso dell’insorgere di problematiche relative al Covid19 che impediscano l’effettivo svolgimento della gara. Tale rimborso sarà accordato al 100% entro i 4 giorni lavorativi precedenti al giorno della partenza, quindi fino il 28 settembre, data oltre la quale il rimborso potrebbe subire delle lievi riduzioni per via dell’acquisto di cibi e bevande necessarie allo svolgimento della gara, che l’organizzazione si riserva in via prudenziale di acquistare solo nell’ultima settimana a causa della possibilità dell’insorgere di emergenze sanitarie impreviste.

e) Documento di liberatoria
Al momento dell’iscrizione a UTLAC 40 è obbligatorio compilare, firmare e inviare all’Organizzazione all’email iscrizioni@utlactrail.com il link per scaricare il documento di liberatoria sarà allegato all’email che riceverai dopo l’acquisto del ticket.

e) Autodichiarazione COVID
Al momento del ritiro pettorali sarà obbligatorio consegnare il modulo di auto dichiarazione covid-19 alla data del 3 ottobre, il link per scaricare il documento sarà allegato all’email che riceverai dopo l’acquisto del ticket.

 

Per partecipare è indispensabile fornire un certificato medico di idoneità sportiva agonistica valido nel proprio paese di residenza, sia per atleti italiani che atleti italiani residenti all’estero e atleti stranieri. I documenti devono essere caricati al momento dell’iscrizione come indicato all’indirizzo nel form d’iscrizione a questo link . È pero possibile, qualora l’atleta non disponesse della copia del certificato medico al momento dell’iscrizione, mandarlo a iscrizioni@utlactrail.com entro le 72 ore successive. Per gli atleti che si iscrivono l’ultimo giorno consentito, il 30 settembre, devono inviare il certificato contestualmente all’iscrizione, pena l’esclusione.
Non verranno accettati certificati o iscrizioni al momento della partenza. In caso di inosservanza del termine di invio del certificato medico, la quota d’iscrizione non verrà rimborsata.

Le operazioni di ritiro pettorale e pacco gara avverranno in Piazza Cappuccini a Lecco dalle ore 7:15 alle 8:00 del 3 ottobre 2020.
Per il ritiro del pettorale di gara è obbligatorio esibire un documento di identità valido e tutto il materiale obbligatorio.
In osservanza ai decreti governativi che regolano il distanziamento sociale, i concorrenti dovranno recarsi ai tre gazebo presenti in Piazza Cappuccini e disporsi su tre file secondo il criterio alfabetico per cognome:

“Gazebo 1” dalla lettera a alla lettera e
“Gazebo 2” dalla lettera f alla lettera o
“Gazebo 3” dalla lettera p alla lettera z.

Premessa: come contenuto all’articolo 3, la gara si sviluppa in territorio montano, pertanto è necessario avere coscienza della tipologia di terreno e territorio che si ha di fronte, concorrervi preparati sia a livello fisico che psicologico, con un’attrezzatura adeguata e con abbigliamento adatto a coprire sbalzi da -5/+30°C.
Oltre alla personale dotazione composta da abbigliamento, accessori, calzature e riserve alimentari e idriche, è decisamente consigliato avere con sé, per tutta la durata della gara, il seguente materiale:

  • camelbag o portaborracce che contenga almeno un litro di liquidi
  • telo di sopravvivenza
  • fischietto
  • telefono cellulare acceso, ma con suoneria disattivata
  • giacca impermeabile con cappuccio incorporato e realizzata con membrana tipo Goretex o Pertex, con un minimo di 15.000 colonne d’Acqua, per sopportare condizioni di maltempo in gara.
  • maglia a maniche lunghe
  • pantaloni lunghi (o che coprano almeno il ginocchio)
  • cappello o bandana o berretta
  • guanti
  • lampada frontale con pile di ricambio
  • calzature adeguate
  • pantaloni impermeabili
  • barrette energetiche o alimenti solidi
  • minimo di soldi per l’eventuale acquisto di generi alimentari extra nei rifugi
  • benda elastica per fasciature
  • navigatore GPS (tipo Garmin, Coros, Suunto, Polar, etc) fornito di tracce del percorso scaricabili dal sito della gara
  • È consentito l’uso dei bastoncini.
  • Portare con sé (almeno nella sacca) i ramponcini, che l’organizzazione si impegna a suggerire al momento del breefing.

In caso di condizioni particolari, l’organizzazione si riserva di obbligare i corridori ad equipaggiarsi con il materiale specifico contenuto nell’elenco soprastante.

Il materiale obbligatorio è riconducibile a questo:

  • Il pettorale di gara dev’essere ben visibile durante tutta la durata della corsa
  • Tazza o bicchiere per bere nei ristori (think green!) I bicchieri di plastica NON saranno presenti.
  • Mascherina sempre a portata d mano, da utilizzare nei ristori e ogni qualvolta ci sia assembramento, in osservanza delle leggi governative da Covid19

Il controllo del materiale obbligatorio sarà effettuato al ritiro del pettorale. Il pettorale di gara non sarà consegnato a chi non mostrerà agli addetti tutto il materiale obbligatorio.

Il tempo massimo per giungere all’arrivo è di 8 ore e 30 minuti (entro le ore 17:00). È previsto un “servizio scopa” che percorrerà il tracciato seguendo l’ultimo concorrente, in modo da essere d’aiuto ai ritirati ed evitare che eventuali infortunati rimangano senza assistenza.
Sono istituiti i seguenti cancelli orari: Rifugio Rosalba, ore 12:30, rifugio Antonietta al Pialeral, ore 14:00
In caso di arrivo oltre le 13:30 presso il Rifugio Antonietta, il punto di raccolta è definito a Balisio (Chiesetta), raggiungibile mediante comodo sentiero in discesa in circa 20/30 minuti. È possibile che, per motivi logistici, i concorrenti ritirati debbano attendere un po’ di tempo prima di essere riportati in zona arrivo. Da Balisio infatti, un piccolo autobus del partner Linee Lecco partirà alle 14:30 per Piazza Cappuccini, Lecco.
Ogni concorrente che si ritirerà dalla gara fuori dai punti prestabiliti, dovrà provvedere al rientro per proprio conto, comunicando subito il suo ritiro via sms o telefono al numero che sarà comunicato in fase di breafing, esonerando l’Organizzazione da ogni responsabilità al riguardo.
In caso di ritiro, è ovviamente possibile rientrare autonomamente alla partenza (salvo casi di pericoli oggettivi) comunicandolo tempestivamente all’organizzazione al numero che sarà comunicato in fase di breafing.
È inoltre concesso agli atleti ritirati recarsi a Esino Lario (all’arrivo) per partecipare al momento conviviale degli Alpini di Esino Lario, esibendo il pettorale.
A tutela della salute dei partecipanti, il personale medico presente ai punti di controllo o lungo il percorso è abilitato a fermare il concorrente che non sarà giudicato idoneo al proseguimento della gara. In questo caso il concorrente dovrà seguire le indicazioni del personale medico, pena l’immediata squalifica.
Il personale di gara ha in ogni caso facoltà di sanzionare con la squalifica eventuali comportamenti scorretti.

Si corre in semi-autosufficienza con l’obbligo di scorta idrica di almeno un litro e una riserva minima di cibo. La semi-autosufficienza è la capacità di essere totalmente autonomi tra due punti di ristoro, sia per l’alimentazione, la riserva d’acqua, l’equipaggiamento e la sicurezza.
Sono previsti n. 5 ristori lungo il percorso:
- Rifugio SEL ai Piani Resinelli (solo liquidi)
- Rifugio Rosalba (solo liquidi)
- Rifugio Antonietta al Pialeral (cibo e liquidi)
- Rifugio Brioschi sulla cima della Grigna Settentrionalei (solo liquidi)
- Rifugio Bogani (solo liquidi)
Hanno accesso al punto di ristoro esclusivamente i concorrenti con il pettorale ben visibile.
I cibi e le bevande del ristoro devono essere consumati sul posto; è vietato bere direttamente dalle bottiglie dei ristori, ma servirsi delle proprie tazze o soft flask. Portare i rifiuti con sé a valle (Think green!), pena la squalifica. Le borracce o i camelbag potranno essere riempiti solo con acqua. Alla partenza da ogni ristoro i corridori dovranno avere la quantità di acqua necessaria per arrivare al ristoro successivo.
All’arrivo sarà presente un ulteriore ristoro liquido e di cibo.
Per le normative governative, ai ristori il personale sarà munito di guanti e mascherina, e servirà l’atleta per il proprio approvvigionamento. Per lo stesso motivo ogni atleta all’ingresso al ristoro dovrà indossare la mascherina e disinfettare le mani con l’apposito disinfettante posto all’ingresso.
Sul percorso si trovano sporadiche fontane dove è possibile rifornirsi di acqua. È possibile usufruire dei rifugi alpini presenti sul percorso. L’eventuale acquisto di cibo o bevande extra nei rifugi è a carico del concorrente.

L’assistenza agli atleti da parte dei familiari o dei team è possibile soltanto nei punti di ristoro. È consentito l’accesso nell’area soltanto ad un assistente per atleta ed esclusivamente quando l’atleta è arrivato.
È vietato l’accompagnamento in gara.

Al ritiro pettorale ogni concorrente potrà consegnare una propria sacca all’organizzazione, che si impegnerà a trasportare all’arrivo di Esino Lario immediatamente dopo la partenza. Al momento della consegna, alla sacca sarà applicato un nastro adesivo personalizzato dal numero di pettorale del concorrente.
Si raccomanda di non inserire nelle sacche oggetti di valore; in ogni caso l’organizzazione non è ritenuta responsabile di eventuali furti, smarrimenti o danneggiamenti delle sacche o del loro contenuto, come espressamente accettano e dichiarano di accettare gli atleti/partecipanti che sottoscrivono il presente regolamento. È consentito che il corridore possa farsi portare la sacca dal proprio accompagnatore o team manager, ma dovrà comunicarlo alla consegna del pettorale, esonerando l’organizzazione da qualsiasi responsabilità.
Le sacche potranno essere ritirate all’arrivo, presso Esino Lario, entro e non oltre le 18:00 del 3 ottobre, previa presentazione del pettorale di gara.
L’Organizzazione non provvede per nessun motivo a rispedire a domicilio le sacche non ritirate, le quali, per motivi igienici, verranno immediatamente distrutte.

I concorrenti dovranno presentarsi in Piazza Cappuccini a Lecco (LC) entro le ore 7:15 del 3 ottobre 2020. Alle 8:30 sarà dato il via. In caso di cause di forza maggiore, l’Organizzazione si riserva di apportare eventuali modifiche.
La partenza avverrà a scaglioni di 50 persone per volta.

L’Organizzazione mette a disposizione dei partecipanti un servizio navetta per il rientro da Esino Lario (arrivo) a Lecco (Partenza).
Il servizio navetta partirà da Esino Lario alle 18:00
Questa possibilità ha un costo di 5€ cad. e dovrà essere segnalata durante l’iscrizione, pena l’impossibilità di usufruire del servizio, il quale viene fatto solo su prenotazione.

Al termine della competizione, causa recenti normative da Covid19, non potrà esserci la consueta cena presso il Cinema di Esino Lario.
Ogni concorrente potrà recarsi presso il ristoro allestito in zona arrivo, nell’ampio piazzale e nel parco soprastante. Tale area è stata scelta in quanto dispone delle metrature necessarie per garantire il giusto distanziamento sociale previsto dal governo italiano.

L’organizzazione, congiuntamente a Comune di Esino Lario, mettono a disposizione un’area per il il cambio abbigliamento al termine della gara ma, in ottemperanza alla normativa Covid, non sarà possibile istituire il servizio docce.

Il servizio di cronometraggio sarà a cura di OTC SRL – Official Timer Mysdam, con chip posizionato sul pettorale.

Il percorso di “UTLAC 40”, è classificato EE: itinerario per escursionisti esperti.
Itinerario che richiede la capacità di muoversi su terreni particolari, tracce o sentieri impervi o infidi (pendii con affioramenti rocciosi o detritici), talora esposti e talora con cavi metallici.
Il percorso di “UTLAC 40”, è di circa 38km e 3.600 metri di dislivello positivo (D+).
In caso di maltempo o di impraticabilità di uno o più sentieri, sono previsti percorsi alternativi che saranno presentati al briefing pre-gara prima della partenza.
I chilometri non sono segnati. I concorrenti dovranno rispettare rigorosamente il percorso di gara segnalato da bandierine segnaletiche e balisamenti, evitando di prendere scorciatoie o tagliare tratti del tracciato. L’allontanamento dal percorso ufficiale, oltre a comportare la squalifica dall’ordine di arrivo, avverrà ad esclusivo rischio e pericolo del concorrente.
In ogni caso, stante la tipologia e modalità di esecuzione dell’attività agonistica in questione, della tipologia dell’itinerario e ambientale in cui si svolge la gara, al tipo di preparazione atletica necessaria e psico-fisica oltre che di salute necessaria ad affrontare una gara di siffatta specificità, gli atleti partecipanti iscritti esonerano l’Organizzazione da qualsiasi responsabilità, diretta ed indiretta, per danni, infortuni, eventi/patologie fisiche che possano verificarsi a loro danno pre/durante/post lo svolgimento della gara, e che possano essere direttamente-indirettamente collegabili allo svolgimento della gara, rimossa espressamente ogni eccezione al riguardo e di sorta, e con espressa rinuncia anche di qualsiasi azione legale/giudiziale al riguardo nei confronti dell’Organizzazione.

In virtù anche di quanto al precedente articolato, è consigliato che i partecipanti siano in possesso di una valida assicurazione individuale che copra i rischi per infortuni/malattia/R.C. e che copra anche le spese di ricerca e soccorso in Italia.
Per i concorrenti membri dell’ITRA (International Trail Running Association) è possibile sottoscrivere un’assicurazione per le spese di ricerca e soccorso, valida in tutto il mondo. Per maggiori informazioni: https://itra.run/page/353/Insurance.html
Sarà a cura del concorrente pertanto la presentazione alla propria assicurazione, in caso di necessità, del proprio dossier personale, nei tempi stabiliti. In ogni caso i concorrenti, sia che sia o che non fosse in possesso di alcun genere di assicurazione, esonerano in toto l’Organizzazione da qualsiasi responsabilità, diretta ed indiretta.

Sul percorso saranno presenti addetti dell’organizzazione, volontari e personale del soccorso alpino in costante contatto con la base. Ambulanze e personale medico e paramedico stazioneranno in diversi punti del percorso, nonché alla partenza e all’arrivo.
Il Soccorso Alpino interviene mediante elisoccorso nel caso in cui ci sia un atleta con oggettive necessità di cure mediche. Nel caso in cui l’intervento non sia giustificato da esigenze sanitarie, il costo sarà interamente a carico di tutti i passeggeri, anche se iscritti all’SSN.

La corsa si svolgerà per la maggior parte del suo percorso all’interno del Parco Regionale della Grigna Settentrionale, ovvero all’interno di un parco naturale ed ecosistemi a protezione totale. I concorrenti dovranno tenere un comportamento rispettoso dell’ambiente, evitando di disperdere rifiuti, raccogliere fiori o disturbare la fauna. Chiunque sarà sorpreso ad abbandonare rifiuti lungo il percorso sarà squalificato dalla gara e incorrerà nelle eventuali sanzioni previste dai regolamenti del Parco e/o previste da regolamenti e/o norme di altre autorità delle P.A. competenti. Per ridurre l’impatto ambientale, ai punti di ristoro non saranno forniti bicchieri. Ogni concorrente dovrà portare con sé un bicchiere o una borraccia da riempire ai ristori.

In caso di fenomeni meteo importanti (nebbia fitta, bufere di neve, forti temporali), l’organizzazione a suo insindacabile ed esclusivo giudizio, si riserva di effettuare, anche all’ultimo minuto o durante lo svolgimento della gara, variazioni di percorso in modo da eliminare (ma senza che ciò possa comportare alcuna responsabilità diretta e/o indiretta a proprio carico) potenziali maggiori pericoli o condizioni di forte disagio per i partecipanti, già di per sé insiti in relazione alla tipologia di competizione agonistica. Le eventuali variazioni saranno comunicate ai partecipanti e segnalate dagli addetti. L’organizzazione si riserva inoltre di sospendere o annullare la gara nel caso in cui le condizioni meteorologiche mettessero a maggior rischio l’incolumità dei partecipanti, dei volontari o dei soccorritori, rispetto ai già insiti e normali rischi già connessi e propri alla tipologia di manifestazione agonistica e fatto salvo ed impregiudicato quanto sopra all’articolato 19 per esonero di responsabilità.

È prevista l’immediata squalifica, con ritiro del pettorale di gara, per le seguenti infrazioni:
- lo scambio o la cessione del pettorale, anche post gara;
- mancato passaggio da un punto di controllo
- taglio del percorso di gara
- abbandono di rifiuti sul percorso
- mancato soccorso ad un concorrente in difficoltà
- insulti o minacce a organizzatori o volontari
- utilizzo di mezzi di trasporto in gara
- rifiuto di sottoporsi al controllo del personale medico sul percorso
La penalizzazione potrà essere applicata immediatamente, nel punto dove sarà accertata l’eventuale infrazione, oppure a fine gara.
Contro la squalifica o la penalità è ammesso il ricorso da parte del concorrente, da presentare in forma scritta alla direzione gara entro 30 minuti dal termine della gara. La direzione di gara valuterà il ricorso e darà risposta nei tempi necessari; la decisione della direzione di gara è definitiva e inappellabile, come gli atleti espressamente accettano rinunciando a qualsiasi ulteriore contestazione ed impugnazione al riguardo.

Saranno assegnati premi ai primi 3 uomini e alle prime 3 donne.
In ottemperanza alle normative da Covid19 del distanziamento sociale, la cerimonia di premiazione verrà fatta all’aperto nella zona arrivo di Esino Lario alle h 17.30, dopo lo scadere del tempo limite di arrivo di tutti i concorrenti.

L’organizzazione ha stabilito di intraprendere azioni di prevenzione e ricerca inerenti alla politica sanitaria durante la gara. Tali azioni non hanno né l’intento né la competenza per sostituirsi alle regole nazionali ed internazionali riguardanti la lotta al doping, ma hanno la finalità di rafforzare la supervisione medica cui aspira l’organizzazione.
Ogni corridore si impegna a:
1. Dichiarare le seguenti informazioni alla Organizzazione e/o allo staff medico di quest’ultima:
- qualsiasi dato medico e/o patologia, in particolare quelle che potrebbero aumentare il rischio durante l’attività sportiva
- l’assunzione regolare di farmaci/trattamenti durante i 15 giorni antecedenti alla gara.
- tutte le richieste fatte o l’effettivo uso di medicinali soggetti ad esenzione a fini terapeutici (Therapeutic Usage Exemption/TUE).
Il rilascio di tali informazioni alla Organizzazione e/o allo staff medico presente in sede di gara deve essere fatto in sede di iscrizione.
Le informazioni mediche dichiarate saranno rese accessibili solo al team medico dell’organizzazione.
2. Accettare tutti i prelievi di urina e/o sangue e/o capelli e/o saliva e tutte le analisi associate eventualmente richieste dallo staff medico dell’Organizzazione.
3. Accettare di rispondere ad eventuali domande che lo staff medico dell’Organizzazione ritenga necessario fare, sulla base delle informazioni raccolte, al fine di discutere l’idoneità dell’atleta alla partecipazione alla gara cui si sia iscritto. In seguito al colloquio, lo staff medico potrà proporre all’organizzazione di escludere il concorrente dalla gara.
4. Accettare l’utilizzo dei dati riguardanti il risultato della ricerca, fatto chiaro che i dati utilizzati saranno rigorosamente anonimi. In accordo con la Legge sulla Privacy, ogni corridore godrà del diritto di accesso, rettifica ed opposizione ai propri dati personali.
Lo staff medico dell’Organizzazione costituisce il soggetto attraverso cui l’atleta può esercitare tale diritto.
Ogni violazione, rifiuto o trasmissione di informazioni false relative alla politica sanitaria potrà comportare l’esclusione del concorrente dalla corsa.

Con l’iscrizione, i concorrenti, per sé, successori e/o aventi causa, concedono in licenza conseguentemente alla società organizzatrice della gara “Larius ssdrls” il diritto di sfruttamento/utilizzazione/pubblicizzazione gratuito, diretto e/o indiretto e senza limiti temporali, della propria immagine ,e/o del proprio nome e/o voce e/o immagini relative alla propria partecipazione alla gara “UTLAC 40”, anche per quanto riguarda interviste e ciò anche in funzione di servizi promozionali/fotografici/redazionali effettuati a scopi pubblicitari con riferimento alla promozione/marketing della gara e delle future successive edizioni integrali e/o parziali (per tappe) della “UTLAC 40” che la società organizzatrice della gara, e/o suoi successori ed aventi causa, andrà ad approntare/effettuare/promuovere, a suo insindacabile giudizio ed in piena ed autonoma iniziativa, su ogni tipo di carta stampata sia nazionale che estera, con/su qualsiasi mezzo multimediale, su propri portali/siti/profili/social network/periodici/giornali specializzati di settore etc. nullo escluso per meglio pubblicizzare e promuovere il marketing della “UTLAC 40”, il tutto esonerando l’Organizzatrice da ogni e qualsiasi responsabilità nei confronti di eventuali diritti di terzi in merito.

La volontaria iscrizione e la conseguente partecipazione alla corsa indicano la piena accettazione del presente regolamento e delle modifiche eventualmente apportate. Con l’iscrizione, e fatto salvo i già specifici esoneri di responsabilità esplicitati nei singoli articolati del presente regolamento, il partecipante esonera l’Organizzazione da ogni responsabilità, sia civile sia penale, per danni a persone e/o cose da lui causati o a lui derivati dalla detta volontaria partecipazione alla gara, e ad ogni azione legale/giudiziale conseguente.
In particolare, ciascun concorrente, con riferimento a detto esonero di responsabilità nei confronti dell’Organizzazione, consapevole della responsabilità per false dichiarazioni, con l’iscrizione e accettazione del presente regolamento, dichiara ed attesta:
- di aver preso cognizione del percorso di gara e di averlo, nel pieno delle proprie facoltà, ritenuto pienamente confacente al proprio livello tecnico;
- di essere assolutamente consapevole che il percorso di gara può presentare tratti con corde fisse e/o catene, tratti con possibile presenza di neve o scivolosi, passaggi esposti, pur se presidiati da personale dell’Organizzazione;
- di vantare un’esperienza di corse in montagna (Skyrace/Ultra Trail) confacente ad affrontare il percorso di gara;
- di essere stato doviziosamente informato dagli organizzatori della potenziale pericolosità della manifestazione che si svolge in ambiente montano con i conseguenti inevitabili pericoli oggettivi per tutti i concorrenti e di intendere, consapevolmente di essersi determinati alla partecipazione, a proprio totale rischio e pericolo.

L’eventuale tolleranza dell’Organizzazione e/o suo staff dei comportamenti del partecipante posti in essere in violazione delle disposizioni contenute nel presente regolamento, non costituisce rinuncia ai diritti derivanti dalle disposizioni violate, né il diritto di esigere l’esatto adempimento di tutti i termini e di tutte le condizioni qui convenute.
Qualora alcune disposizioni del presente regolamento risultino nulle/invalide e/o annullabili, tale fatto non pregiudicherà la validità delle altre disposizioni che rimarranno pienamente valide ed efficaci tra le parti.

Le parti dichiarano di voler sottoporre espressamente, anche con riferimento al diritto internazionale vigente, il presente regolamento, in merito ad eventuali questioni/contestazioni nascenti e/o derivanti dalla sua interpretazione, esecuzione e validità, alla legge e giurisdizione italiana ed in particolare, di eleggere quale Foro competente in via esclusiva per tutte le controversie quello della sede legale della società organizzatrice.

La società organizzatrice sottoscrive un’assicurazione ad hoc per la responsabilità civile per tutto il periodo della gara. La partecipazione avviene sotto l’intera responsabilità dei concorrenti, che rinunciano a ogni ricorso contro gli organizzatori in caso di danni e di conseguenze ulteriori che sopraggiungano inseguito alla gara.

Con l’iscrizione il corridore dichiara di accettare tuti i punti del presente regolamento, nonché la privacy visionabile  a questo link.

TORNA SU